Chi é Donald Trump?

Chi è Donald Trump:

Dopo i due attacchi terroristici a Parigi e, soprattutto, dopo la strage di San Bernardino in California il consenso popolare statunitense ha, per la maggior parte, espresso la sua fiducia in Donald Trump. Donald Trump è un magnate americano del business, investitore, personalità televisiva e scrittore. Trump iniziò la sua carriera nella società del padre, Elizabeth Trump and Son, che si concentrava nell’affittare case a Brooklyn, Queens e Staten Island. Si è fatto conoscere anche nel mondo del wrestling: è stato impegnato per qualche tempo in un feud con Vince McMahon, il proprietario della WWE, culminato in un match, il 1º aprile 2007. Dal 2004 Donald Trump si è reso noto al grande pubblico televisivo americano e internazionale anche per il successo del suo reality show televisivo “The Apprentice”. Il 16 giugno 2015 annuncia formalmente la propria candidatura alle presidenziali del 2016 con un evento a New York, nella sua Trump Tower, introdotto dalla figlia Ivanka, attaccando il presidente Obama, l’Islam e la Cina e affermando che l’America ha bisogno di un vero leader per ritornare grande. Sembra un angioletto, non trovate? Eppure, dopo la laurea in economia nel 1968,si sottrae all’arruolamento per la guerra in Vietnam grazie a dei referti medici contrastanti, oggi stranamente scomparsi. Trump è un anti-vaccinista; è un negazionista del riscaldamento globale e si è scontrato a lungo con la comunità scientifica; dubita fortemente delle capacità conoscitive e lavorative delle donne infierendo spesso contro Hillary Clinton; è razzista e ha definito gli immigrati negli USA ( messicani ) stupratori, spacciatori e ladri. Dalla sua indole razzista è scaturito il pensiero di costruire al confine tra Messico e Stati Uniti un muro e oggi propone una legge che vieta l’ingresso di cittadini musulmani nel Paese e la chiusura di internet in determinate aree. Per diffamare il suo rivale numero uno, affermò che l’attuale presidente, Barack Obama fosse nato in Kenya e che quindi non avesse diritto alla poltrona delle Casa Bianca. E nonostante Obama abbia presentato il certificato della sua nascita, avvenuta ad Honolulu, nelle Hawai, Trump continua a esprimere dubbi sulla credibilità del documento. Molti lo definiscono l’Hitler americano in quanto le sue ideologie rispecchiano in alcuni punti quelle del Führer: come questo, pensa che la libertà di stampa sia sbagliata e definisce “cane bastardo” ogni giornalista che prova a criticarlo.

Citando Josè Saramago, la frase adatta per i comportamenti dispotici di Trump sarebbe :” Le teste è sempre meglio tagliarle prima che comincino a pensare, dopo può essere troppo tardi.”

 

 

Lascia un commento